Giovedì 15 febbraio 2018 - ore 10.00, alla Biblioteca Angelica di Roma - Salone Vanvitelliano, saranno consegnati i riconoscimenti destinati a traduttori ed editori italiani e stranieri che abbiano contribuito alla diffusione della cultura italiana all’estero e della cultura straniera nel nostro Paese. Alla cerimonia di conferimento interverrà il Direttore generale Biblioteche e Istituti culturali - dott.ssa Paola Passarelli
 


Il 15 febbraio 2018 alle ore 10:00, presso lo storico Salone del Vanvitelli della Biblioteca Angelica, si svolgerà la Cerimonia di Conferimento dei “Premi Nazionali per la Traduzione”, Edizione 2017. I Premi, istituiti con Decreto del Ministro per i beni e le attività culturali il 4 febbraio 1988, sono destinati a traduttori ed editori italiani e stranieri che abbiano contribuito alla diffusione della cultura italiana all’estero e della cultura straniera nel nostro Paese e si configurano, oltre che come segnalazione di un lavoro d’intermediazione culturale ai suoi livelli di eccellenza, anche come osservatorio privilegiato e segno di riflessione sul concetto stesso di traduzione inteso nel senso più ampio e interdisciplinare.

I premi sono stati conferiti su parere dell’apposita Commissione istituita con Decreto del Ministro il 4 luglio 2017, operante presso la Direzione generale biblioteche e istituti culturali, presieduta dal Prof. Franco Buffoni e della quale fanno parte, in qualità di esperti, i Professori: Maria Cristina Assumma, Michele Bernardini, Riccardo Campa, Luca Crescenzi, Daria Galateria e Claudia Scandura.

Alla Cerimonia parteciperanno anche le associazioni di categoria: l’Associazione italiana traduttori e interpreti, Unilingue e il Sindacato dei traduttori editoriali Strade.

I premi sono così attribuiti:

Quattro Premi maggiori del valore di circa € 10.000,00 ciascuno attribuiti a:

Michael Rössner (Germania), uno dei massimi studiosi di Pirandello fuori dall’Italia; ha il merito di restituire in tedesco il romanzo pirandelliano in tutta la gamma delle sue trovate linguistiche, nel costante rispetto della lettera e dei contenuti dell’originale.
Paola Décina Lombardi, per aver tradotto dal francese opere di Rétif de la Bretonne, di Balzac, di Georges Rodenbach, di Cocteau, di René Crevel, Julien Gracq, Colette e Michel Tournier e per la sua elevata attività di promozione della cultura francese in Italia.
Editorial Pre-Textos (Spagna), casa editrice pregevole non solo per il progetto editoriale, ma anche per la cura delle edizioni e per il sostegno ai giovani talenti.
Interlinea Edizioni, casa editrice specializzata in edizioni di saggistica, poesia e letteratura per l’infanzia pubblicando oltre mille titoli suddivisi in venti collane.

Quattro Premi speciali del valore di circa € 7000,00 ciascuno attribuiti a:

Valerio Nardoni, per aver tradotto due autori apicali della letteratura spagnola, Miguel de Cervantes e Pedro Salinas, rappresentativi dei suoi movimenti più floridi, il barocco e le avanguardie primonovecentesche.
Nicola Verderame, per aver tradotto dal turco all’italiano le poesie di Tuğrul Tanyol restituendone il potente messaggio lirico.
Neva Micheva (Bulgaria), traduttrice dall’italiano al bulgaro si dedica con successo alla diffusione della letteratura italiana in Bulgaria e svolge un eccellente servizio di mediatrice culturale fra i due Paesi proponendo al lettore bulgaro le sue impeccabili versioni delle opere di Calvino, Tabucchi, Ammanniti, Buzzati, Rovelli.
Casa Editrice GRAN VIA, presenta con chiari intenti culturali testi ben tradotti da un ampio ventaglio di lingue, dimostrando vitalità e coraggio nell’attuale situazione editoriale.

Verranno inoltre conferiti due Premi Straordinari alla Carriera del valore di circa € 10.000,00 ciascuno, istituiti con D.M. del 20 luglio 2017, attribuiti a:

Nel corso della cerimonia verrà consegnata ai premiati la pergamena con le motivazioni del premio a firma dell’On.le Ministro Dario Franceschini.

L’Edizione 2017 del Premio renderà omaggio ad Angelo Maria Ripellino, traduttore, poeta e slavista italiano con una speciale prolusione “Angelo Maria Ripellino: Poeta e traduttore a quarant’anni dalla scomparsa” della professoressa Claudia Scandura, Associato di lingua e letteratura russa, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.


 




Documenti
Comunicato stampa
(documento in formato pdf, peso 249Kb)


Fotogallery