Denominazione+CondividiSu
Denominazione CondividiSu

Accademia Italiana di Scienze Forestali

Tabella: Scheda di dettaglio diAccademia Italiana di Scienze Forestali
Descrizione Dettaglio
Presidente Orazio Ciancio
Telefono +39 055 570348
Fax + 39 055 575724
eMail info@aisf.it
Indirizzo Piazza Edison, 11 – 50133
Comune FIRENZE
Città FIRENZE
Provincia Firenze
Regione Toscana
Descrizione  L'Accademia Italiana di Scienze Forestali (AISF) ha il compito istituzionale di dare impulso e vitalità al progresso delle scienze forestali e delle loro applicazioni alla selvicoltura e ai connessi problemi di tutela dell'ambiente. L'attività si manifesta attraverso letture, convegni e seminari di studio che riguardano varie tematiche di economia, politica e tecnica di attualità e interesse nell'ambito delle scienze forestali e ambientali. Attualmente l'Accademia è impegnata in molti progetti di ricerca.L’Accademia svolge anche attività editoriale. I due periodici dell’Accademia sono, gli Annali, raccolta degli atti delle pubbliche adunanze e delle più significative ricerche scientifiche discusse nella sede dell'Accademia, e L'Italia Forestale e Montana: rivista bimestrale di politica, economia e tecnica. Inoltre vengono pubblicati atti di convegni, bollettini bibliografici, e monografie.
Storia  È stata fondata il 21 giugno del 1951 per iniziativa dei soci Amintore Fanfani, Giulio Sacchi, Generoso Patrone, Aldo Pavari, Francesco Carlo Palazzo, Alberto Camaiti, Francesco Carullo, Cesare Sibilia e Romualdo Trifone. Con D.P.R. n. 4586 del 25 luglio 1952 è stata eretta in Ente Morale, sotto la vigilanza del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali. Lo statuto vigente è stato approvato con D.P.R. n. 188 del 6 febbraio 1984. L'Accademia è collegata con tutti gli Istituti di Ricerca Forestali italiani ed esteri. E’ infatti associata alla IUFRO (International Union of Forest Research Organizations), all’EFI (European Forestry Institute) e all’Unione delle Accademie di Agricoltura europee (UEAA). Ospita nella propria sede l’Unione Istituti Italiani di Ricerche Forestali (UNIF), di cui fa anche parte. E’ inoltre membro dell’ Unione Nazionale delle Accademie italiane per le scienze applicate allo sviluppo dell'agricoltura, alla sicurezza alimentare e alla tutela ambientale (UNASA).Soci e organi direttiviIl Consiglio Accademico è costituito dal Presidente, da due Vice Presidenti, dal Tesoriere, dal Bibliotecario, e da tre Consiglieri.Fra i Soci dell’Accademia (divisi in tre categorie: onorari, ordinari e corrispondenti), figurano le massime autorità scientifiche italiane ed europee nel settore delle scienze forestali.
Patrimonio documentale e altro  La biblioteca ha per scopo la raccolta e la conservazione di lavori scientifici italiani e stranieri nel campo delle scienze forestali e settori affini. Conta oltre 6000 volumi e miscellanee e circa 500 collezioni periodiche fra cessate e correnti, di cui oltre la metà straniere. Per arricchire il suo patrimonio la biblioteca intrattiene scambi bibliografici con i principali Istituti di ricerca forestale sia in Italia che all'estero.Il Bibliotecario è, per Statuto, membro del Consiglio Accademico. Attualmente la carica è ricoperta dal Prof. Luigi Masutti, docente all’Università di Padova e ivi residente.Il materiale bibliografico è per la maggior parte posteriore al 1900. Essa dispone anche di alcune opere rare. Citiamo il Manuale teorico pratico dell’arte forestale di G.C. Siemoni, del 1872, alcuni scritti del Perona della fine dell’800, la collezione della rivista L’Alpe, dal 1907 al 1938, la collezione degli Annali del Regio Istituto Superiore forestale, la Carta forestale d’Italia della Milizia forestale del 1936, gli Atti dei primi congressi forestali di inizio secolo. Il catalogo on-line restituisce i dati immessi a partire dal 1989. Per ricerche antecedenti a tale data si deve consultare il catalogo cartaceo presente nella biblioteca. Per informazioni bisogna rivolgersi al Prof. Antonio Gabbrielli e alla Signora Giovanna Puccioni, tel. 055.570348, e-mail info@aisf.it.Orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00.
Condividi su:

torna all'inizio del contenuto